Sostenibilità e produzione alimentare. Su questi temi, ribaditi nel suo National Day a Expo, il Paese gioca la sfida del futuro. Ecco le immagini della festa.

national tai

«La sicurezza alimentare e lo sviluppo sostenibile sono tra le priorità nazionali della Thailandia». Con queste parole Chavalit Chookajorn, Segretario Permanente del Ministero dell’Agricoltura e delle Cooperative thailandese, il 24 agosto ha aperto il National Day del Paese a Expo Milano 2015.  Ad accogliere l’intera delegazione guidata dalla Principessa Maha Chakri Sirindhorn sono stati Maurizio Martina, Ministro per le Politiche Agricole, Ambientali e Forestali e Bruno Antonio Pasquino, Commissario Generale di Expo Milano 2015.
«La Thailandia applica la Filosofia del Re della Sufficienza Economica, una dottrina che enfatizza moderazione, ragionevolezza e prudenza, e che è diventata una fonte di ispirazione per la sostenibilità in ogni ambito della vita», ha spiegato Chookajorn poco prima di firmare la Carta di Milano. E con questo spirito il Paese si propone di produrre il 20% di energia da fonti rinnovabili entro il 2030, affiancando dunque alla sicurezza alimentare anche quella energetica.  Alla cerimonia ufficiale di alzabandiera è seguito uno spettacolo sul tema Cultura del suolo e dell’acqua e una dimostrazione di Thai Boxe con il campione Buakaw Banchamek.

Il National Day della Thailandia a Expo.


UN VIAGGIO NELLA THAILANDIA DI IERI E DI OGGI
Ed è proprio sui temi di sostenibilità e innovazione che si gioca il concept del padiglione thailandese, la cui forma ricorda il Ngob, il tradizionale cappello dei coltivatori di riso, affiancata dal Naga che rimanda alle linee degli uomini-serpente, divinità della prosperità. Un viaggio che si sviluppa intorno a quattro argomenti: Innovazioni tempestive, servire un sogno, per combattere la fame nel mondo, salvaguardando l’ambiente e sostenendo una vita improntata sulla sostenibilità, Sostenibilità per l’equilibrio della vita, che rispecchia il tentativo del Re thailandese nel sostenere i contadini, Tradizioni, le radici della qualità, dove si potranno conoscere le origini del cibo thailandese e la coltivazione del riso e Sapori, vie e aromi Thai, dove si mette al centro la cucina tradizionale, conosciuta per il cibo di strada. Per farlo la Thailandia ha ricreato a Expo le atmosfere del Festival del cibo della fiera del Tempio e allestito un grande mercato galleggiante che ricorda quando Bangkok era definita ‘la Venezia d’Oriente’. Il tutto attraverso mappe e proiezioni video a 360 gradi, strumenti interattivi e show acrobatici.

player should load here
Get Adobe Flash player
25 agosto 2015